Maker Faire 2018: BiroRobot, un aiuto per risparmiare in bolletta - Il Messaggero

Se la nostra attenzione ai consumi domestici non è sufficiente ad alleggerire la bolletta energetica, in nostro soccorso arriva BiroRobot. Occhi ad infrarossi, sensori e struttura in plastica creata con la stampa 3D, a Maker Faire 2018, questa piccola creatura robotica sviluppata dal maker, Marco Santarelli, per studiare le nostre abitudini casalinghe ed aiutarci ad ottimizzare il risparmio energetico. «BiroRobot esegue in tempo reale un’analisi dell’abitazione, collegato al contatore della luce, riesce a monitorare i consumi, prestando una particolare attenzione alle pratiche quotidiane, come gli spifferi delle finestre o l’obsolescenza degli elettrodomestici» spiega il maker.

MakerFaire intervista Messaggero

APPROFONDIMENTI

Per un mese intero, questo robot di 30 cm si muove liberamente in casa, esplorando gli spazi, tracciando una heat map, una mappa termica, alla ricerca di eventuali dispersioni di cui non ci accorgiamo, ma anche studiando l’uso abituale di elettrodomestici, le condizioni delle mura portanti e delle prese elettriche. «Una volta studiato l’ambiente, massimo 200 mq, e raccolte le prime informazioni, BiroRobot fornisce alcuni consigli pratici, inviando sms, whatsapp, email ed anche indicazioni sonore, che secondo le mie stime possono ridurre i consumi annui su luce e gas del 30%». Grazie ad un algoritmo è in grado anche di fare delle previsioni, per esempio se un muro si riempirà di muffa, tenendo in considerazione il livello di umidità medio dell’appartamento e dati dei mesi precedenti, di cui tiene memoria storica.

 

Da Il Messaggero

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.